Via Augusto Murri, 74 - 40137 Bologna (BO) Tel. 051 6233237 - Fax 051 4451364
Mail: segreteria@scuolesangiuseppe.net
 

Piano Triennale Offerta Formativa (PTOF)

SCARICA IL PIANO TRIENNALE DELL’OFFERTA FORMATIVA

“L’educatore, animato dallo spirito di fede,
vede  in ogni creatura una perla preziosa che Dio gli ha affidato
affinché la conservi nell’innocenza, le apra l’intelligenza alla conoscenza
e le educhi il cuore all’amore”

Suor Lucia Noiret

 

Estratto del Piano Triennale dell’Offerta Formativa

ISTITUTO SAN GIUSEPPE

L’Istituto S. Giuseppe, situato in via Murri 74, in Bologna, comprende:

  • SCUOLA dell’INFANZIA paritaria,
    riconosciuta con D.M. 28.02.2001 e  parificata dal 30.07.2003;
  • SCUOLA PRIMARIA paritaria,
    riconosciuta con D.M. 27.08.2001 e parificata dal 30.07.2003;
  • SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO paritaria,
    riconosciuta con D.M. 27.08.2001.

Dipende dall’Ente Gestore Istituto San Giuseppe delle “Ancelle del Sacro Cuore di Gesù sotto la protezione di S. Giuseppe” con sede legale in Bologna, Via A. Murri 74. Il Progetto Educativo si ricollega all’esperienza educativa originaria della Fondatrice, la Serva di Dio Madre Lucia Noiret, che, in Imola, diede vita a una Congregazione Religiosa dedicata alla formazione umano-cristiana e alla istruzione della gioventù. Suor Lucia, donna ricca di umanità e di fede, animata da una forte passione educativa,  attenta alle innovazioni culturali del suo tempo, autorevole nell’esigere professionalità e impegno,  capace di “portare nel cuore” e “prendersi a cuore” ogni persona, delineò grazie al  suo  carisma l’opera educativa dell’Istituto.

L’edificio scolastico, situato nel Quartiere Santo Stefano, sorge all’interno di un ampio parco utilizzato per le attività didattiche e motorie. La popolazione scolastica è di varia estrazione sociale: vi confluiscono alunni provenienti dai quartieri della città e dalle zone periferiche limitrofe.

Il servizio scolastico, sulla base del principio di uguaglianza, è aperto a coloro che, accettandone il Progetto Educativo, ne facciano richiesta. Per questo motivo le regole di accesso e fruizione del servizio sono uguali per tutti; nessuna discriminazione viene compiuta all’interno della Scuola per motivi riguardanti sesso, razza, religione e opinioni politiche.

L’accorpamento di scuole di grado diverso consente di offrire alle famiglie un percorso educativo e didattico unitario, in una prospettiva di tipo verticale, attenta al percorso formativo del bambino fin dal suo ingresso nella scuola.

 CURRICOLO VERTICALE

In sintonia con le  “Indicazioni per il curricolo per la Scuola dell’Infanzia e per il primo ciclo d’istruzione” (emanate dal Ministero della Pubblica Istruzione nel Settembre 2007 con successive integrazioni del Ministro Gelmini) e nell’autonomia riconosciuta alle istituzioni scolastiche, il Collegio Docenti ha predisposto gli elementi essenziali per l’attuazione del Curricolo Verticale del Primo ciclo d’Istruzione.

Sotto il profilo formativo, esso vuole garantire un cammino  costante e condiviso da tutti gli ordini di scuola. Dal punto di vista didattico e delle competenze, la sua funzione è far sì che i contenuti proposti in itinere si possano saldare a quelli precedentemente acquisiti, per approfondire e sviluppare gradualmente le conoscenze e le competenze.

La scelta dell’impostazione e dei contenuti è in sintonia con le finalità, i bisogni formativi rilevati e l’identità della scuola; secondo tali linee guida sono stati stabiliti collegialmente. Esso si articola in:

  • TRAGUARDI per i CAMPI D’ESPERIENZA – Scuola dell’Infanzia
  • TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE: posti al termine dei momenti più significativi del percorso scolastico (2^ e 5^ Primaria e 3^ Secondaria di Primo Grado). Essi aiutano a strutturare l’azione educativa, finalizzata allo sviluppo integrale  dell’alunno.
  • NUCLEI FONDANTI DELLE DISCIPLINE: per favorire il conseguimento delle conoscenze di base da parte di tutti gli allievi, sono stati seguiti i criteri di essenzialità e continuità. Tali nuclei saranno sviluppati secondo le potenzialità dei singoli alunni, in sintonia con la personalizzazione del lavoro didattico ed educativo a cui l’attività dei docenti si ispira.
  • COMPETENZE: il termine competenza non comprende solo la dimensione cognitiva, ma ha un ambito più ampio inerente la sfera valoriale: consiste nel saper applicare quanto appreso in situazioni nuove e problematiche, con la volontà di modificarle per operare al meglio, attuando le strategie migliori. la scuola è chiamata a guidare gli alunni al loro conseguimento.  I Consigli di classe, al termine della Scuola Primaria e della Secondaria di I°, sono chiamati a certificare i livelli di competenze raggiunti dagli allievi. Partendo dall’osservazione dei bisogni concreti degli alunni, il Collegio Unitario ha individuato e formulato  traguardi e descrittori di livello.

 

 
 
 
'