Via Augusto Murri, 74 - 40137 Bologna (BO) Tel. 051 6233237 - Fax 051 4451364
Mail: segreteria@scuolesangiuseppe.net
 

Regolamento Secondaria di I Grado

Art. 1 L’inizio delle lezioni è fissato alle ore 8.05 di ogni giorno dal lunedì al venerdì, il termine alle ore 14.00. E’ possibile entrare dalle 7.30 ed attendere seduti nel corridoio l’insegnate che accompagna i ragazzi nelle aule alle ore 7:45 circa. L’orario delle attività pomeridiane extra curricolari è dalle h. 15.00 alle h. 17.00 (ad eccezione del Laboratorio Polistrumentale che termina alle ore 16.00). La puntualità è un impegno di serietà e rispetto reciproco.

Il calendario scolastico annuale è deliberato dal C.d.I. secondo le indicazioni dell’Ufficio Scolastico Regionale.

Art. 2 Ogni alunno è dotato di  diario di istituto; i Genitori sono pregati di visionarli regolarmente. In caso di comportamento  poco corretto i docenti avvisano le famiglie con annotazioni che deve essere firmata per il giorno successivo.

Art. 3  Le assenze e le entrate posticipate o le uscite anticipate devono essere giustificate in Portineria e/o sul diario di Istituto negli appositi moduli. La giustificazione di assenza o ritardi saranno registrate dal docente sul registro elettronico. Il registro elettronico, compilato regolarmente dai docenti, viene aperto alle famiglie per i pagellini e le schede quadrimestrali.

Art. 4 Sono predisposti ricevimenti individuali con i Genitori, nei quali i Docenti si rendono disponibili al mattino un’ora alla settimana (da ottobre a maggio) previo appuntamento scritto sul diario (tali colloqui saranno sospesi nel periodo degli scrutini quadrimestrali).

I ricevimenti generali si svolgono in due/tre  pomeriggi una volta a quadrimestre. In caso di situazioni di criticità o richiesta di chiarimenti il suggerimento è sempre di rivolgersi direttamente al docente interessato. Se la situazione fosse più complessa o per i contatti con i rappresentanti, i genitori sono  invitati a chiedere appuntamento al coordinatore di classe, istituito per nomina ufficiale dalla Coordinatrice Didattica, o alla Dirigente stessa. La Dirigenza verrà comunque prontamente informata dai coordinatori.

Art. 5 I ragazzi non possono portare né assumere farmaci in maniera autonoma. In caso di specifiche necessità il genitore deve lasciare la prescrizione del pediatra e il farmaco in Segreteria. Il personale scolastico provvederà alla somministrazione, secondo posologia e modalità indicate dal medico.

Art. 6 In caso di indisposizione durante le lezioni, la segreteria provvederà ad avvertire telefonicamente la famiglia. Per comunicazioni urgenti gli alunni dovranno far riferimento all’insegnante.

Art. 7 Per motivi di sicurezza zaini, cartelle e strumenti musicali vanno posizionati in fondo all’aula.

Art. 8 Gli studenti condividono la responsabilità di rendere accogliente l’ambiente scolastico e averne cura come importante fattore di qualità della vita della scuola, pertanto gli alunni sono tenuti a mantenere un comportamento educato e a rispettare se stessi, i compagni, tutto il personale docente e non docente e l’ambiente. Durante i due intervalli del mattino tutti gli studenti devono lasciare le aule e intrattenersi nei corridoi sotto la vigilanza dei docenti incaricati

Art. 9 E’ richiesto un costante impegno per conservare accoglienti e decorosi gli ambienti della scuola: aule, corridoi, palestra, servizi, cortile e ogni attrezzatura didattica messa a disposizione degli alunni. Eventuali danni, dovuti a incuria, a palese disinteresse, al man­cato rispetto delle norme disciplinari, esigono l’obbligo del risarcimento del danno da parte del singolo o del gruppo.

Art. 10 All’ingresso in classe dei docenti o di un adulto gli studenti si alzano in piedi e stanno in silenzio.

Art. 11 Le eventuali eventuali note disciplinari reiterate previste in caso di fatti gravi, che comportino danni alle strutture o mancanze di rispetto nei confronti dei compagni, del personale docente e non docente, porteranno alla sospensione dalle lezioni, su decisione del Consiglio di Classe.

Art. 12 L’abbigliamento deve essere sobrio e adeguato ad un impegno formativo e culturale. E’ responsabilità di ogni studente presentarsi a scuola ordinato nella cura della per­sona e con tutto l’occorrente per le lezioni giornaliere.

Gli oggetti non pertinenti alle esigenze scolastiche saranno ritirati e riconsegnati ai genitori. In particolare si ricorda che l’uso del cellulare non è consentito durante tutta la permanenza nell’ambiente scolastico: aule, mensa e doposcuola.  Chi ne è in possesso deve depositarlo in portineria e ritirarlo all’uscita.

E’ proibito l’uso di videocamere, registratore e simili sia durante le lezioni, sia durante l’intervallo, sia al doposcuola, senza specifica autorizzazione del docente di riferimento. L’Istituto non risponde dello smarrimento di somme di denaro e di qualsiasi oggetto.

Art. 13 Durante le lezioni, le uscite dall’aula devono essere brevi e richieste per effettiva necessità; di norma non si esce durante la prima e la quarta ora di lezione. Nel cambio fra un insegnante e l’altro gli alunni rimangano nella propria classe.

Art. 14 Si richiede ai Genitori di non accedere ai piani delle aule scolastiche, per non disturbare le attività didattiche. Sono altresì pregati di non supplire ad eventuali dimenticanze dei figli portando a scuola libri, quaderni e materiale per accompagnare il ra­gazzo nell’acquisizione delle autonomie adeguate all’età.

Art. 15 Gli alunni i cui Genitori per motivi di lavoro non arrivano puntuali al termine delle lezioni devono rimanere all’interno della struttura scolastica. I genitori sono tenuti a compilare le deleghe annuali e giornaliere per l’affido dei ragazzi ad altri adulti. Non si accettano deleghe telefoniche o sul diario.

Art. 16 La scuola offre un servizio mensa assistito da personale scolastico. Gli alunni che ne usufruiscono dovranno prenotarsi in Portineria, prima dell’inizio delle lezioni.  Non è permesso portare il cibo da casa.

Art. 17 Le uscite didattiche sono organizzate dai singoli Docenti in accordo con la Coordinatrice didattica e con l’autorizzazione della famiglia di volta in volta informata.

Per comunicare con le famiglie la Coordinatrice provvede ogni volta alla stesura di circolari, che attraverso gli allievi, vengono fatte pervenire con riscontro firmato.

Art. 18  Si chiede alle famiglie di non telefonare in Istituto prima delle ore 7.30 e di non chiamare al telefono i propri figli durante le ore di lezione.

 

 
 
 
'